L’attenzione che fa bene a noi e al nostro cervello

neuroscience for growth

L’attenzione che fa bene a noi e al nostro cervello

Maggio 24, 2018 Latest News 0
densità di attenzione

 

La volta scorsa vi abbiamo parlato dello spettatore imparziale, ovvero di quella metafora usata per spiegare la presenza nell’uomo di due meta-competenze: quella di “osservare” i pensieri e quella di dirigere l’attenzione dove desideriamo.

Ma non solo. Lo spettatore imparziale ci aiuta a fare progressi in diversi ambiti. Uno di questi è la capacità di generare insight. Uno spettatore imparziale allenato, ha più facilità nel visualizzarli perché sa navigare nel suo cervello. È capace più di altri nel trovare soluzioni a problemi considerati irrisolvibili. L’insight è la famosa lampadina che improvvisamente si accende, è ciò che ci permette di capire in che modo e senza fatica possiamo creare qualcosa di nuovo a cui non avevamo pensato.

Lo spettatore imparziale ha anche un’altra funzione di cruciale importanza: annienta i nemici del cambiamento. Mi riferisco a quelle resistenze che immancabilmente ci troviamo di fronte quando vorremmo cambiare qualcosa, piccola o grande che sia. Si tratta della capacità non solo di focalizzare la nostra attenzione dove vogliamo ma di rafforzarla, di dirottarla più e più volte su un qualcosa che riteniamo rilevante.

È il concetto di “densità di attenzione”, ovvero la quantità di attenzione che rivolgiamo a qualcosa. Quando vogliamo cambiare, abbiamo bisogno di un alto livello di densità di attenzione focalizzato sulla nuova idea, sul nuovo comportamento.

Tutto questo ci porta non solo a un cambiamento attitudinale ma anche fisico. Ed è questa la cosa davvero sorprendente. Jeffrey M. Schwartz dice: “Laddove focalizziamo la nostra attenzione, si creano connessioni neuronali”. Sì, nuove connessioni neuronali che fortificano le nostre capacità cognitive e ci consentono di realizzare cose mai considerate possibili in precedenza.

Vi proponiamo un semplice esercizio: pensate a quella vostra caratteristica a causa della quale discutete spesso con i vostri familiari, amici, colleghi, capi… Iniziate a sperimentare la metafora dello spettatore imparziale e vedrete che sarà tutto un altro spettacolo!

Condividi su

 

Informativa riguardo l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi